27 settembre 2019   |     News




La nostra associazione, che in questi dieci anni ha lavorato per il territorio e il volontariato, meriterebbe un regalo per il decimo anno di fondazione: una sede, dove poter incontrare i soci e gli interessati e soprattutto come deposito dove poter lasciare il materiale, i diversi premi che ha disposizione in questi mesi.
Vani i molteplici tentativi presso i Comuni, le istituzioni e privati che hanno locali dismessi in centro Cernusco o in zona.
«In questi ultimi due anni avevo a disposizione come deposito la casa dei miei genitori e la mia prima abitazione a Osnago. Ma con quest’estate, avendo venduto entrambi, non abbiamo più spazi; la nostra casa e i due garage sono stracolmi e il materiale è parecchio, creando alle nostre famiglie non pochi disagi – spiega il presidente del sodalizio Nadia Cogliati  Va anche tenuto conto che in via Stoppani 19, dove abito, ha sede anche l’associazione Dentro&Fuori; credo che sia arrivato il momento che almeno per I bagai di binari si faccia qualcosa di concreto. Con l’occasione richiediamo pubblicamente alle istituzioni di trovare una soluzione e anche ai proprietari dei negozi chiusi di via Lecco, via Monza e vie limitrofe se possono ospitarci fino a quando il negozio venga venduto o affittato, venendo incontro alle spese vive. Spero nel loro buon cuore e nella loro sensibilità».
La situazione è quindi ora di alcuni scatoloni accatastati nel salone di casa e due garage al limite dell’accessibilità.
Chi potesse aiutare I bagai di binari così come entrare a far parte dell’associazione per organizzare eventi e sostenere progetti benefici può scrivere a ibagaidibinari@libero.it.